Covid-19 e No Vax

Dalla Banca dati di Datanalysis sono state estratte 369 persone che, negli ultimi due anni, partecipando a nostre indagini conoscitive, hanno dichiarato di essere contrarie ad ogni tipo di vaccino. Nell’attuale scenario dell’epidemia da Coronavirus, abbiamo voluto verificare se tale atteggiamento No Vax è ancora presente. 

Abbiamo sottoposto loro le seguenti domande, che sono qui riportate insieme alle risposte ottenute ed alle relative percentuali.

Domanda 1: Ritiene che il Coronavirus rappresenti una epidemia:

  • pericolosa per tutti 3%
  • pericolosa solo per gli anziani e persone con patologie invalidanti 15%
  • a rischio molto basso 74% 
  • senza alcun rischio 8% 

 

Domanda 2: come giudica il tipo di informazioni sul Coronavirus?

  • è un allarmismo ingiustificato 21%
  • favorisce chi promuove le vaccinazioni 34%
  • è una campagna mediatica terroristica 7%
  • serve a giustificare le regole che limitano la libertà individuale 13%
  • utile a chi pensa che un vaccino sia la soluzione 25%

 

Domanda 3: Quando sarà reso disponibile un vaccino per il Coronavirus, Lei pensa che, a differenza di altri, sarà necessario farselo somministrare?

  • No, perché è solo utile a chi lo vende 26%
  • No, perché questo virus scomparirà come altri in passato 19% 
  • No, perché questa cosiddetta epidemia è come una normale influenza 23%
  • No, perché come gli altri vaccini è soltanto dannoso 32%

 

Questa indagine conoscitiva è stata realizzata nel periodo 1/3/2020 – 4/3/2020. Le interviste sono state realizzate con metodologia telefonica CATI rispettando le normative sulla Legge sulla Privacy. Il Campione intervistato, selezionato dalla banca dati di Datanalysis, è stato di 396 Persone dichiaratesi No Vax in precedenti indagini conoscitive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *